ATTIVITA’ E MATERIALI

Ogni momento della giornata nella Casa dei Bambini è un’occasione di attività concreta e reale per il bambino per accrescere le sue competenze e per promuovere la sua autonomia. Il bambino è libero di muoversi in un ambiente creato a sua misura che rispetta i tempi di sviluppo individuali e può scegliere a quale attività dedicarsi seguendo il suo interesse. Nulla viene imposto dall’adulto, il cui compito essenziale è quello di allestire un ‘ambiente di vita’ ricco, bello e ordinato. Le attività ed i materiali sono creati e curati dalle insegnanti e variano seguendo la crescita individuale del bambino. Nulla nell’ambiente della Casa è posto casualmente: ogni attività presente è frutto dell’osservazione scientifica della mente del bambino e viene a lui mostrata attraverso movimenti lenti e ripetuti che gli permettono di incorporare l’uso corretto degli oggetti della vita quotidiana e di riconoscerne direttamente le differenti qualità e caratteristiche attraverso l’esperienza concreta. Dopo la presentazione, il bambino viene invitato a provare e si lascia che sperimenti in tutta calma il lavoro, senza nessun intervento dell’adulto.

Tutto l’ambiente della Casa a partire dagli arredi diventa ’motore di attività’, ad esempio i tavoli e le sedie, oltre ad essere necessari per il lavoro, sono un’occasione di movimento per il loro trasporto e la loro pulizia.

Queste attività di cura dell’ambiente, che vengono chiamate di ’vita pratica’, sono un ponte tra i primi semplici movimenti della mano e le attività più complesse che si potranno compiere con l’acquisizione progressiva di un maggiore coordinamento muscolare. Tali ’lavori’, oltre ad essere attraenti per il bambino, sono di grande aiuto per l’acquisizione di un ordine psichico e la formazione logica dell’agire.

Accanto a queste attività pratiche, si colloca il materiale scientifico di sviluppo creato dalla Montessori che si trova disposto in specifici ’angoli’:

  • l’angolo del ’materiale sensoriale’, che sviluppa e potenzia le capacità mentali del bambino, collegate ai cinque sensi, attraverso l’esperienza concreta e diretta delle differenti forme, dimensioni, colori, pesi, superfici, suoni, odori, temperature, consistenze, sapori, ect
  • l’angolo del ’linguaggio’, con i materiali di sviluppo che preparano la mano alla scrittura, facendo prima conoscere i segni alfabetici corrispondenti ai suoni alla base della nostra lingua o poi il loro ordinamento necessario alla composizione grafica di ogni parola
  • l’angolo per lo sviluppo della ’mente matematica’, nel quale il bambino può manipolare una serie di oggetti matematici, ad esempio le aste rosse e blu o le perle dorate
  • l’angolo delle scienze naturali (botanica, zoologia, geologia, astronomia) e della geografia, con una serie di materiali che favoriscono la conoscenza scientifica del mondo naturale di cui è circondato il bambino e lo sviluppo di un amorevole rispetto per tutte le forme di vita.

Molta attenzione è riservata alle attività per lo sviluppo psicofisico, a quelle legate alla sfera espressiva e manipolativa, al gioco simbolico, all’educazione musicale e alla lettura con specifici progetti.

Nell’ambiente della Casa dei Bambini c’è una particolare flessibilità nell’uso degli spazi e degli oggetti in esso presenti. Ogni giornata è articolata secondo una varietà equilibrata di attività che prevedono il lavoro autonomo, in coppia (formata in modo spontaneo), in piccolo e grande gruppo (omogeneo per età o eterogeneo). Queste diverse modalità di lavorare dei bambini vanno a depositare in loro un ampio e differenziato ventaglio di capacità e competenze, dalla concentrazione all’apprendimento basato sull’esperienza e la ricerca o all’interazione sociale.