LA CONTINUITA’ CON LA SCUOLA DELL’INFANZIA

E’ importante nella scuola curare l’aspetto dei passaggi tra ordini diversi, soprattutto a partire dai più piccoli. E’ doveroso e necessario fare nella scuola in generale e nelle diverse scuole in particolare una seria riflessione su cosa si possa o debba intendere per “continuità educativa”. Esistono nella pratica progettuale di ogni realtà scolastica progetti molto belli ed interessanti a riguardo. Progetti efficaci di continuità educativa devono partire proprio dai bambini. Dal fatto cioè di considerarli i soggetti protagonisti dentro la scuola. Questo significa a sua volta considerare che dall’età di 3 anni, nel momento in cui cioè fanno il loro ingresso nella scuola dell’Infanzia, iniziano un percorso che li porterà, attraverso tappe successive ma continuative, ad acquisire competenze, abilità, a crescere e maturare dal punto di vista dell’identità e dell’autonomia.
Crediamo che ogni progetto di continuità educativa debba aiutare il bambino non tanto e non solo a conoscere la realtà nuova in cui dovrà inserirsi, bensì, proporre significative attività di apprendimento che favoriscano, tra i diversi ordini di scuola coinvolti, una reciproca conoscenza in termini di metodologie, contenuti, linguaggi specifici, in modo tale che vi sia proprio una “continuità” tra i diversi livelli di esperienze che un bambino può vivere e realizzare prima alla Scuola dell’Infanzia e poi alla Scuola Primaria.